Processing...
Avviso
Tripandia utilizza cookie tecnici e cookie di profilazione di terze parti in forma aggregata, per rendere più agevole la navigazione. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
monastero evangelistrias
Dario Cima

Skiathos, bel soggiorno greco

Un'isoletta dell'Egeo ottima per una settimana di mare e relax

by Dario Cima published on
July 2013 / 7 days 72 Final evaluation
  •  Couple

Skiathos

Travel story

Un po' per caso io e mia moglie abbiamo trovato alloggio in un residence a Skiathos (Nostos Village, appartamentino con piccola cucina a circa 300 € per settimana) ed un volo Blu Panorama a poco più di 200 € a persona alla fine di Luglio 2013.

Skiathos è un’isola greca non lontana dalle coste continentali della Tessaglia appartenente all’arcipelago delle Sporadi Settentrionali (Sporades significa sparso), formato da Skopelos, Alonissis, Skiros, Skiathos ed una decina di altre piccole isole.
Molto frastagliata, circondata da isolotti e scogli, è ricoperta di pini ed ulivi e dispone di alcune sorgenti che soddisfano il fabbisogno idrico.
Lunga circa 12 Km e larga poco meno presenta aspetti diversi tra nord e sud, di origine vulcanica è stata modellata poi soprattutto dal meltemi, il vento che spira regolarmente da settentrione per tutto il periodo estivo.

La zona nord erosa dal vento mostra aspre colline granitiche (aride verso il mare e verdeggianti verso l’interno dell’isola) la cui elevazione massima è 433 metri, qui era stato costruito in posizione elevata e facilmente difendibile l’antico capoluogo Kastro, abbandonato in epoca moderna perché troppo difficile da raggiungere sia via mare sia via terra; la zona sud è più dolce con basse colline di arenaria, verdeggianti anche sulle spiagge ombreggiate da pini, qui c’è il capoluogo moderno (Skiathos o Chora) comodo approdo edificato dopo il 1800 in stile greco.

All’estremo ovest, vicino al capoluogo, è stato costruito un aeroporto che ha lanciato l’isola sul mercato del turismo internazionale (a Skiathos e nella vicina Skopelos è stato girato il famoso film Mamma mia).

19/7/2013 Venerdì

Dall'aereo abbiamo potuto vedere una bella panoramica delle frastagliate coste continentali della Grecia e di Skiathos che appare verdeggiante ed orlata da moltissime spiagge, il piccolo aeroporto che si trova proprio sul mare e consente di vedere spettacolari atterraggi e partenze.
Con un taxi “condiviso” siamo arrivati al Nostos Village, un resort in stile greco che si compone di una reception, in alto sul promontorio di Kanapitsa, e di un centinaio di casette che, nascoste tra pini ed ulivi arrivano fin quasi sulla spiaggia di Tzaneira.
Sconsigliato a chi non possa percorrere scale, il nostro alloggio (molto spartano) distava 100 gradini dalla reception e 200 dalla spiaggia (c'è una teleferica ma da un paio di anni non funziona). L’ambientazione è gradevole e ricorda proprio un paesino greco, con casette bianche ed imposte blu, che si affacciano su strette scalinate e minuscoli viottoli ombreggiati. Abbiamo optato per la mezza pensione (colazione e a scelta pranzo o cena) che costava 175 € a persona per una settimana; quella della mezza pensione non è stata una scelta azzeccatissima, il ristorante sulla spiaggia è molto carino e praticamente l'unico raggiungibile a piedi, ma con la stessa cifra avremmo potuto mangiare (sempre nello stesso posto) con il menù "a la carte".
Le spiagge sono tutte libere con alcune concessioni per ombrelloni e lettini a 8,00 € al giorno), Tzaneria è una baia profonda ma non molto riparata dal vento da sud (che non ci aspettavamo), acqua chiara agitata a momenti dalle scie delle lontane imbarcazioni.

20/7/2013 Sabato

Bus per Koukounaris, la spiaggia più famosa dell’isola, capolinea del bus che percorre tutta la costa sud (fermata 26) dal quale si arriva anche a Banana Beach (frequentata soprattutto da giovani e che abbiamo evitato). Koukounaris bordata di pini con acqua chiara e lago salato alle spalle è bella, ma piena di ombrelloni. Siamo così andati a piedi ad Agia Eleni (Sant’Elena, una ventina di minuti), bella spiaggia ombreggita da pini, con taverna ed ombrelloni ma molto spazio libero. Nel primo pomeriggio folle impresa per raggiungere Mandraki a piedi su una strada nuova, assolata e polverosa che scavalca un paio di promontori. I panorami sempre più ampi verso la terraferma (Tessaglia) e le baiette (l’unica raggiungibile è l’incantevole Krifi Ammoudia) sono comunque spettacolari. Le spiagge a nord sono bordate da vegetazione di arbusti, senza ombra, non molto affollate e spesso battute dal meltemi (il vento che spira da nord) che portana alghe ed agita il mare. Breve sosta per un bagno rinfrescante a Mandraki (bassa falesia rossastra) e poi di nuovo a piedi su un percorso più ombreggiato verso Capo Elias e le due spiagge di Gournes (altro bagno) ed Agistros, simili a Mandraki e meno affollate (c’è qualche nudista appartato). Al ritorno abbiamo traversato una grande pineta (area protetta si Mandraki) e ripreso il bus alla fermata 23.

21/7/2013 Domenica

Visita della città di Skiathos, praticamente l’unico centro abitato dell’isola, popolata da circa 4.000 persone. Col bus si arriva al porto nuovo e da li, a piedi, si percorrono stradine e scalinate che si snodano tra le case bianche dai tetti rossi e le imposte colorate. La vista dal porto vecchio è incantevole con il vicino isolotto di Burtzi (collegato alla terraferma da un terrapieno quando la famiglia veneziana dei Ghisi vi costrì una piccola fortezza), i campanili di tre chiese (Tre Patriarchi, Cattedrale e S. Nicola) ed un vecchio mulino (ora ristorante) che caratterizzano lo “skyline” della bella cittadina. Il centro è via Papadiamanti (poeta locale la cui casa è ora un piccolo museo con entrata ad offerta) con negozi di artigianato (originale), abbigliamento, cosmesi (olio e aloe).
Alle 13:00 bus per Evangelistrias, il più importante monastero dell’isola. Situato a mezza altezza sulla cima più alta di Skiathos è bello e domina la parte est con viste verso il mare. I monaci ortodossi gestiscono uno spaccio di prodotti tipici (vini, liquori,miele) ed il piccolo museo contiene anche reperti militari perché da qui partì nel XIX sec. la rivolta contro i turchi. Al ritorno passeggiata fino a Kanapitsa, simile alla nostra spiaggia, ma più piccola e meno ombreggiata. Tornati quindi a Tzaneria siamo rimasti fino al comparire di una splendida e pallida luna piena che durante la cena illuminava tutta la baia.

22/7/2013 Lunedì

Durante la notte il diluvio, addirittura l’acqua è penetrata in camera attraverso le prese di corrente. Ciondolando in albergo siamo arrivati ad ora di pranzo e finalmente il tempo s’è rimesso al bello consentendoci di passare il resto della giornata in piscina.

23/7/2013

Oggi abbiamo deciso di passare la giornata ad Agia Eleni, preso il bus siamo arrivati rapidamente; giornata di mare rilassante, ma al ritorno la sera i bus non si fermavano perché partivano già pieni da Koukounaris. Siamo così dovuti arrivare a piedi al capolinea e siamo riusciti a stiparci sul pullman,
Serata a Skiathos città, molto carina ed animata anche di sera.
All’andata abbiamo condiviso un taxi con una coppia greco-armena che vive a Los Angeles mentre al ritorno abbiamo preso uno degli ultimi bus.

24/7/2013

Alle 10:00 siamo partiti in barca verso le spiagge di Lalaria e Kastro, dal capoluogo si trovano molte gite tra i 10 € ed i 20 € che in giornata fanno escursioni intorno all'isola o il gettonatissimo tour per visitare le location del musical "Mamma mia". Salpando dal porto vecchio siamo usciti dalla profonda baia per dirigerci verso nord; appena dopo la pista dell’aeroporto si incontrano delle spiagge piuttosto grandi ma inospitali (pietrose ed assolate); in meno di un’ora si raggiunge la spettacolare Lalaria, una falesia bianca a forma di mezzaluna che sul lato sud entra in mare formando un arco di roccia. La spiaggia è di ciottoli sui quali è doloroso camminare, ma il mare è bellissimo; appena arrivati c’era molta folla, raccolta soprattutto nelle scarse zone d’ombra sotto la ripida parete, dopo mezz’ora eravamo solo noi quindici della nostra barca. Sulla spiaggia non c’è niente (nemmeno un moletto e le barche si vanno ad incagliare direttamente sulla spiaggia) ed il rumore dell’acqua che fa ruzzolare i ciottoli è suggestivo.
Dopo un paio di ore siamo ripartiti per Kastro, il mare in questa zona è un po’ più mosso; lo spettacolare promontorio all’estremo nord dell’isola sovrasta biancheggiante due faraglioni che sembrano torri di difesa. Non è difficile immaginare perché questo fosse l’antico capoluogo fortificato: dal mare è inaccessibile mentre da terra si può arrivare solo attraverso un ripido e stretto sentiero, non è un’escursione per tutti soprattutto se fa caldo l’ascesa di 100 metri è faticosa. Dell’antica città nata nel medioevo rimangono solo due chiesette restaurate (una sorge vicino ad una provvidenziale fonte d’acqua potabile) ed i ruderi di una chiesa ortodossa. Le fortificazioni sono intuibili dalla presenza di alcuni cannoni e qualche resto della porta d’accesso alla cittadella. Lo spettacolo dall’alto è magnifico, si vede tutta la costa nord dell’isola ed in particolare la sottostante spiaggia di Kastro (dove si arriva con la barca) con acqua cristallina e colori splendidi.

Abbiamo infine passato l'ultima giornata in totale relax sulla nostra spiaggia.

Dario Cima

Comments (1)

  • Mauro De cillis
    Ciao Dario, Skiathos era una meta da me e mia moglie ambita, ma quet'anno è andata... grazie al tuo racconto per l'anno prox nessuno ci fermerà

    by  Mauro De cillis

  • by Anonymous

  • monastero evangelistrias
  • Tzaneria, Skiathos, Sporades, Greece
  • Kastro Ke Medieval Ekklisia, Skiathos, Sporades, Greece
  • Hotel Nostos, Skiathos, Sporades, Greece

The Tripandia travellers' tips

Other travellers passed by here

Other Dario's trips

I was there!

You must sign in to ask Dario Cima to be added as travel buddy.

Login Cancel

I was there!

The request has been sent to Dario Cima successfully

Close
I have been here

Sign in to add you have been here.

Login

You must sign in to report abuse. If you don't have any account, please sign up.
It's fast and it allow you to keep in touch with all your favorite travellers!

Login Cancel
Access denied

You must log in to proceed.

Login